Laura Salvucci, fondatrice del marchio Prezioso e titolare dell’azienda House of Silence.

Identità

Sono cresciuta in mezzo al lavoro, dedicato alla Bellezza, all’accuratezza, a progetti di continuo sviluppo e miglioramento.

Ho ammirato fin da bambina le mitiche collezioni di abiti da sposa create da mia madre per rendere ancora più magico il giorno delle nozze a ogni giovane donna. In quegli abiti la Bellezza era il risultato di molte componenti: progettazione creativa, mani sapienti e abili, invito al sogno e alla speranza del futuro.

Curiosa e piena di iniziative, dopo il liceo, ho frequentato diversi ambienti di lavoro, facendo importanti esperienze in piccole e grandi aziende, in Italia e oltreoceano, sempre intenta ad osservare nuove realtà e a scoprire e svelare il segreto profondo di ogni rapporto interculturale.

Aprirmi ad altri mondi e forme di vita, dare spessore e arricchire il mio orizzonte culturale, era la mia volontà prima, che tutto unificava e armonizzava. In sostanza, lasciavo fare alla vita, poiché “da cosa nasce cosa”.

La vita mi portava ed io mi lasciavo portare e guidare, fino a qualcosa che potessi riconoscere come intimamente mio.

Ho lavorato poi per qualche anno nell’azienda familiare, in seguito a Bologna, fino a quando alcuni incontri sono stati per me determinanti e mi hanno aperto gli occhi sul mondo del Benessere e dei valori olistici, sui nessi profondi tra uomo e ambiente, tra uomo e uomo, tra uomo e mondo.

Prospettiva

Mi sono poi immersa nello studio, nella ricerca e nella meditazione a tutto campo, desiderosa di conoscere meglio ogni cosa che riguardasse l’uomo, le sue necessità fisiche e spirituali, le sue tradizioni, i rapporti con l’altro, i condizionamenti tra dolore psichico e malessere fisico, tra dentro e fuori, tra apparenza e essenza.

È a questo punto che ho percepito con chiarezza quanto l’uomo si sia allontanato dalle “leggi di Natura” (come le chiamava Lucrezio) e come ciò sia stato un male.

Il rapporto con la Natura va ripristinato ed esteso fino a farlo divenire “rapporto con il Tutto”: questo mi è stato chiaro come impellente necessità.

Ho quindi profuso tutte le mie energie fisiche e intellettuali per poter pervenire ad una visione globale del vivere e poter realizzare un Progetto personale, rivolto alla ricerca di Benessere, nel senso più ampio e generale della parola.

L’uomo viene quindi posto al centro di questo personale percorso di equilibrio, conquistato, a volte perduto, faticosamente riconquistato, costantemente difeso: l’individuo viene qui considerato nella sua fragilità e nella sua potenzialità, nella sua inesauribile ricerca di bene.

È questo il retroterra del cuscino Prezioso e dell’azienda House of Silence.

Essenza

In questo contesto di continue azioni e riflessioni, il rapporto dell’uomo con se stesso e il rapporto dell’individuo con l’altro finiscono con il divenire due facce della stessa medaglia.

È come dire: solo se sto bene con me stesso sono sicuro di poter star bene con l’altro, in ogni ambiente e in ogni parte del mondo, a contatto con persone legate alle più varie esperienze e tradizioni.

Ogni cultura infatti esprime valori che derivano da esigenze umane primarie e universali, come la protezione (casa) e la meditazione (silenzio).

La casa e il silenzio sono un rientrare in sé, che prevede un necessario e precedente uscire, parlare e incontrarsi con l’altro, per poter armonizzare e riorganizzare idee e esperienze.

Dall’azienda di famiglia al brand Prezioso il percorso – sul filo della ricerca e della tensione al bello – è stato quello di arrivare a “scoprire la vera me stessa”, la mia essenza, il nucleo e il sostegno del mio stesso equilibrio. Mi sono aperta al nuovo e al diverso, ho voluto conoscere, ho rischiato, con la ferma convinzione che creare cose belle è un bene per sé e per gli altri.

Prezioso è un “segnale” per me, è il segno e la traccia tangibile del mio stare nel mondo con convinzioni precise, disponibile peraltro al cambiamento, perché l’essenza del vivere è il divenire.

Prezioso è il simbolo tangibile del pensiero di sé, dei momenti dedicati da ognuno a ritrovare e valorizzare la radice profonda del proprio io.

Prezioso è e vuole essere un oggetto Bello.

È il risultato di lavoro accurato e di attenta progettazione, con lo scopo di unire il fascino di tessuti di qualità e il lavoro artigianale paziente e sapiente delle donne che “sanno fare” e tramandano i saperi, che lavorano, pensano e immaginano.

Auguro dunque a Prezioso di poter fungere da tassello del vasto mosaico dell’attuale ricerca di Benessere, d’armonia e di equilibrio.

Visita il nostro SHOP